martedì 22 ottobre 2019

POTENZE DI ARMONIA : FUOCO DI VERITA’





POTENZE DI ARMONIA : FUOCO DI VERITA’




LE PAROLE SILENZIOSE DELLA MALIZIA CORPOREA
SONO VILUPPI DI ENERGIA DELL’ANTISINCERITA’.

NEL MAGNETISMO CHE INCATENA.

ACIDO VILUPPO DI ENERGIE
IN CUI L’ODIARE DOMINA.

PROFONDE FORZE SENZA SENNO
CHE INTUISCONO L’ELEVATO CUI OPPORSI.

IMPONGONO OPINIONI CHE NON HANNO FONDAMENTO
MA CHE NELL’IMMEDIATO SEMBRANO CERTEZZE.

FLUIDO OSCURARSI NELLA DENSITA’ IN CUI
SOLO IL NEGARE DOMINA.

NELL’AMAREZZA ESTREMA.

E’ IL FIELE DEI PENSIERI DORMIENTI
CHE DI FRONTE AD UN IMPROVVISO ELEVARSI INTERIORE
SCATENANO TEMPESTE DI AMARISSIMO ODIO.

INDIVIDUI LA CUI VITA INTERIORE DORMIVA
DI FRONTE AD UN ATTO DI LUCE SI SVEGLIANO ODIANTI.

REAGISCONO DOMINATI DALL’ODIO CHE IN ESSI POLTRIVA NELL’ATTESA DEL MALE.

SONO I SEMPLICI OTTUSI
CHE IL MALE MEDIANICAMENTE AMMASSATO :
RENDE TITANI DEL NUOCERE.

PER BREVI PERIODI : INVASATI VIVACI.
STRUMENTI IDIOTI DEL SUBUMANO VELENO.

I GREVI E GLI OTTUSI
INCUBATI DAL PROPRIO INFETTATO BANALE DORMIRE NEL MONDO.

MASSE DI INCONSAPEVOLI BRUTI
CHE L’ATTO SOVRAMENTALE E ASCETICO DEI POCHI :
DISVELA E RISVEGLIA QUALI INVASATI FARNETICANTI.

IMPROVVISI SQUARCI DI ETERICA LUCE
ATTRAVERSANO IL MONDO
E COLPISCONO IL CENTRO CAOTICO DELLE SINISTRE ORDE DI OTTUSI.

L’INVEIRE DEI BESTIALI NEL FIELE NEGANTE
NON E’ PIU’ SOLTANTO INSEMINAGIONE DEL MALE :
E’ REAZIONE INCONSULTA AD UN PARZIALE E GERMINALE
MISTERIOSO RETTIFICARSI CELESTE DEL MONDO.

A TRATTI L’ETERICA LUCE
ATTRAVERSA E PERCORRE L’OCCULTA NOTTE DEI DENSI CERVELLI.

E LI SCUOTE.

ATTI DI ARMONIA PERCUOTONO E CONSUMANO IL MAGNETISMO ESTREMO
IN CUI L’ATTO DEL NEGARE ED IL RESPINGERE ATTINGEVANO AGLI INFERNI.

DEMONI OSANNATI VOLGONO AL DECLINO.

POTENZE UNITIVE DEL PENSARE
- CONTEMPLATE NELL’ALTA SINTESI IN CUI I CONCETTI RICORDATI IMPONGONO L’ESSERE COSCIENTI -
SPLENDONO DI VOLITIVA ESSENZA CHE E’ IMPREVISTO AMORE.

FRANTUMANO PIETRE INTELLETTIVE CHE ERANO LA BASE DEL MAGNETISMO ODIANTE.

UN CUORE.

UN LAMPO.

E IL FUOCO DI ARMONIE.

E INFINE IL LAMENTO OSCURO : TACE.

INCENERITO DA CIO’ CHE LO TRASCENDE :
IL RITO DEL PENSARE
CHE GIUNGE AD INTACCARE GLI ABISSI DI FIELE ACCUMULATO.

ATTI REALI DELL’IMPOSSIBILE REDIMERE.

APICI DELL’ESSENZA DI ARMONIE OPERANTI
CHE GIUNGONO A COLPIRE ED A RIDURRE
CIO’ CHE SEMBRAVA INFINITO NELL’AVVERSO E NEL NOCIVO.

FORZE FORMANTI DEGNE
CHE DAL SOVRAMENTALE OTTENGONO LA NUOVA SACRITA’.

POTERE SCULTOREO IMPREVISTO POICHE’ FRUTTO DI LIBERA SCELTA :
IRROMPE E DALL’IMPOSSIBILE CREA ATTI SANANTI.

ESSENZA DI ARMONIE CHE E’ ESSENZA DI VERITA’ OPERANTE.

FOLGORE DEL LOGOS
ATTRAVERSO INFINITI LIVELLI
RESPIRA NELL’UMANO
E ILLUMINA LE GENTI.

OVE I DESTINI POSSONO RIEDIFICARSI IN ALTO.

REINNALZANDO I LIVELLI DI PENSIERO NELL’AURA DEL PENSARE IN CUI L’ESSENZA DELL’IO ARDE NEL SOLE.

E IL REDIMERE PUO’ ESSERE CONCESSO.



HELIOS FK AZIONE SOLARE









martedì 1 ottobre 2019

AUREO SIGNORE DELLE FOLGORI (29 SETT.2019)




AUREO SIGNORE DELLE FOLGORI (29 SETT.2019)


1/18046
FOLGORE E RESURREZIONE

NEL CENTRO DELLA SFERA OSSEA APPARE IMPOSSIBILE IL CALORE.

NUBE DI PIETRIFICAZIONE FRA LE CEREBRALITA’
IN CUI E’ ODIATA LA LUCE DELLE ESSENZE.

CIECA VOLONTA’ DELL’ADDENSARE PRECLUDE OGNI CONCEPIRE NEL VIVENTE.

POSSENTE TUMULTUARE DI ENERGIE
DALL’OSSEA QUALITA’ PROMANATE.

IL DESTINO DELLA CENERE E’ PERDERE OGNI DEGNITA’.

DILAGANO NEL RAZIOCINIO PROFONDE OPINIONI SENZA SENNO
CHE ORIGINANO DAL VORTICARE PIETRIFICANTE E VOLITIVO.

LA FONTE MORALE DELL’INTELLIGENZA
- RIPOSTA NEL VIVENTE AUREO CONNETTERE –
APPARE DEPRECABILE E IMPOSSIBILE.

I SOMMERSI NELL’OSSEO ACUTIZZARSI DEL GELO
NON SOLO SI NUTRONO DI PIETRE
MA NE SONO AFFASCINATI.

I PERDUTI.

GLI ENERGIZZATI NELLA MINERALITA’.

OVE LA SFERA OSSEA
- OPPRIMENTE E PERFIDA -
GIUNGE A VIVACIZZARE L’ODIO.

TALE RETROSCENA DI ENERGIE
APPARE E SI SVELA E INIZIA A INDEBOLIRSI
SOLTANTO QUANDO LE COSCIENZE
- NELL’ASCESI -
GIUNGONO A PENSARE NEL SILENZIO.

QUANDO GIUNGONO AD ESSERE COSCIENTI SENZA ATTINGERE FRA LE PAROLE CEREBRALI.

OVE NEL SILENZIO IL FUOCO APPARE.

OVE NELL’ATTIMO IL VERO VALORE PUO’ IRRAGGIARE.

CONSACRANDO.

FUOCO MORALE INTERNO AL CONTEMPLARE.

A TALE INTENSITA’ DI SGUARDO CONTEMPLANTE :
GIUNGE L’EVIDENZA DI CIO’ CHE SI OPPONE AL VERO.

E TALE EVIDENZA E’ VIVERE L’ORRORE DI CIO’ CHE ODIA IL SOLE IN UOMO.

E TALE EVIDENZA E’ VIVERLO MENTRE LO SI CONSUMA

ATTO DI VOLONTA’ NELL’ACUME CHE E’  SEPARARSI DAGLI ABISSI.

FRANGERE LE PIETRE MENTRE SI RITRAE L’OSSEA QUALITA’.

E’ SCUOTERE LE DENSE STANZE DELL’ANTI INTELLIGENZA.

E’ VIVERE STRENUAMENTE OVE LE FORZE SCULTOREE
ERIGONO LA MORALITA’ DEL COSMO.

VITA SOTTILISSIMA DELL’AUREO VALORE :
SI ACCENDE IN TUTTI COLORO CHE NELLA LIBERA SCELTA DELL’ASCESI
GIUNGONO A CONTEMPLARE LA FORMA UNITIVA DI UN INSIEME DI CONCETTI.

OVE LE COSCIENZE RISORGONO NEL RITO DEL PENSARE
E OTTENGONO DI IMPRIMERE VALORI SOVRUMANI
CHE IRRAGGIANO NEL MONDO.

FUOCO IMMATERIALE NELL’ATTO DELL’IDEA.

LAMPO DELL’ARCANGELO.

OVE IL PENSARE E’ L’UNICA ARMA DELLA SUPREMA LAMA.

FOLGORE E RESURREZIONE.
____________________________________________



2/18047
SCINTILLANTE AURORA


IL FUOCO PURO DELL’ALTARE GIUNGE A FARSI LAMPO DI AUREITA’.

GIUNGE A SCUOTERE I DESERTI IN CUI LE ENERGIE DELL’ESTREMO DISTORCERE
DOMINANO LE COSCIENZE DEI BLASFEMI.

QUANDO NELL’ALTA SINTESI  IL PIU’ INTENSO CONTEMPLARE
OTTIENE DI SEPARARSI DAL NUDO MENTIRE
CHE ALBERGA NEI GORGHI DI ENERGIE CORPOREE
CHE FINGONO IL PENSARE  :

QUANDO L’ESTREMA VERITA’ SFIORA IL VOLERE CONTEMPLANTE :

QUANDO LA SINTESI VOLUTA E’ TRACCIA SOTTILISSIMA
IN CUI SI CONSACRA L’ANGELO INTERIORE :

LA’ SI RIMESCOLANO GLI ABISSI INDEBOLITI
CHE PERDONO SUPERBIA CERTEZZA E TRACOTANZA
POICHE’ IMPOSSIBILE FORMA DI ARMONIE IN LAMPO SI TRASMUTA.

E LAVA.

SI ACCENDE LA PREGHIERA NELL’ESSENZA DI VOLONTA’
CHE ASCENDE LUNGO GLI APICI COSCIENTI
IN CUI I CONCETTI RICORDATI SONO SOLTANTO
- IN VARIO GRADO E MISURA -
LUCE OPERATIVA DEL VERO BENE.

E SUA LAMA.

E SUA IMPRONTA.

FUOCO DI LUCE TERSA CHE VIVE DI ETERNITA’.

E CHE ETERNITA’ RESPIRA.

VORTICE DI FERREA ESSENZA IN CUI ARDE BONTA’.

VORTICE IN CUI L’ANELITO E’ RICONNESSO AL SUO RESPIRO.

AL SUO PLASMANTE SILENZIO.

IN CUI NITIDISSIMA E RAREFATTA
LA SCINTILLANTE AURORA IRRAGGIA
L’INCONCEPIBILE CANDORE DELL’UNICO REDIMERE.

ALTISSIMO SANARE NEL CUORE DI TEMPESTA
FRA LE CELESTI VETTE DA CUI STA PER SCOCCARE FOLGORE.

ESSENZA DELL’ARCANGELO.

E SUO TRONO
________________________________________



3/18048
SORGE DAL SOLE


LE FETIDE CAVERNE DELLA RABBIA
IN CUI LA MOSTRUOSITA’ RAZIOCINANTE SI AGGIUNGE AL MALEDIRE.
OSSIA AL PROMANARE ODIO.

POTENZE CHE HANNO UN TALE TERRORE DEI CIELI IDEANTI
DA NEGARE E COMBATTERE ANCHE OGNI LONTANISSIMO INDIZIO
CHE LI POSSA SUPPORRE.
CHE VI POSSA CONDURRE.
CHE NE ACCENNI LA VIA.

EPPURE I CIELI IDEANTI SONO TALI CHE CHIUNQUE
- FRA I MODERNI E IN OCCIDENTE -
IN VARIO GRADO E MISURA
PUO’ INNESCARE IL LORO POTERE SCULTOREO CHE SANA.

L’INCONCEPIBILE FOLGORE SOVRUMANA
PUO’ PERCUOTERE E SCALZARE LE PORTE DELL’ABISSO.

UN APICE DI SILENZIO PUO’ CONTEMPLARE
IL MISTERO DI UN INSIEME DI PENSIERI
CHE L’INTELLIGENZA TIENE UNITI
MENTRE SI INNALZA AI BORDI DELL’AURORA.

SOVRUMANO CHE LAMPEGGIA OVE IL PENSARE
SI AFFACCIA FRA LE FORZE FORMANTI
CHE PERMETTONO IL RICORDO.

FORZE FORMANTI CHE IN ESSENZA HANNO UN VOLTO
CHE NON E’ FIGURA MA VALORE.

VIVENTE QUALITA’ CHE PUO’ PLASMARE A NUOVO
- GRADUALMENTE -
I PILASTRI STRUTTURALI DEL SENTIRE.

PUO’ MOSTRARE LE VERE SENSIBILITA’ CELESTI
ALLE INTERIORITA’ OTTUSE
CHE NE RIFUGGIVANO IL PIU’ PALLIDO ACCENNO.

MENTRE NELL’ACUME LA VOLONTA’ SI FA FEDELE.

POICHE’ L’INSISTERE VOLUTO GIUNGE SEMPRE OLTRE L’UMANO
IN QUANTO IL PENSARE IN CUI SI PONE :
SORGE DAL SOLE IMMATERIALE.

ED E’ ARCANGELICO BAGLIORE.

QUALITA’ CHE IMPERA
SOTTILISSIMA
DOPO CHE FOLGORE E’ SCOCCATA.

REGALE E PURISSIMA.

TENACE E AFFILATISSIMA.

PURA.

DEL LOGOS.
___________________________________________




4/18049
AZIONE SOLARE


L’ALTISSIMO UNIRE DISSOLVE IL CONTORTO NEGARE.

ALTISSIMO UNIRE CHE
- IN ASCESI -
IL PENSARE CONCEDE AL LIBERO ARBITRIO DEI POCHI.

ALTISSIMO UNIRE
PER ATTIMI
TRASCENDE E PERCUOTE LA PIAGA NEGANTE.

DALL’ALTO IN CUI VI E’ SOLO SILENZIO
PROMANA UN POTERE CHE RETTIFICA IL MALE
E PER ATTIMI : LO PONE AL COSPETTO DEL VERO.

L’ATTORTO MENTIRE SUSSULTA E SI SPEGNE.
CONTRASTATO E LAVATO.

UN GORGO DI FORZE CADUTE
SI TENDE E SI SCUOTE
AL COSPETTO DEL LAMPO CHE NE SVELA I CONTORNI.

CHE NE SVELLE IL POTENTE GRAVARE.

CHE RIPRISTINA  IL VERO DAL CUORE DI STELLA.

PER ATTIMI DEGNI.

LAMPO INSISTITO INNESCA IL LAVACRO.

LENITI GLI EVENTI FUTURI CHE IL MENTIRE VOLEVA DI TENEBRA E ODIO.

ENERGIE CEREBRALI NORMALMENTE ACCOLGONO IL CAOS
CHE INFINE DIVENTA DESTINO
OSSIA POTENZA CHE DISEGNA IL DOLORE E LO IMPRIME.

MA ATTI DI ASCESI LIBERAMENTE VOLUTI
POSSONO ATTINGERE IMPOSSIBILI EVENTI SANANTI
CHE INFRANGONO IL TERREO DECISO LAMENTO.

LACERARE IL FUNESTO E’ AZIONE SOLARE DELL’UOMO.
NELL’AURA DEL LOGOS.

MANTENUTA SINTESI ESTREMA
CHE GIUNGE A FARSI POTENZA DI FOLGORE OCCULTA.

NITIDISSIMA LUCE IL CUI INTERNO E’ AUREITA’ FIAMMEGGIANTE.

OGNI FORZA CHE IRROMPE NEL MONDO NE MUTA IL DESTINO.

LA FOLGORE DEL LOGOS SI ATTUA NELL’ARCANGELO.

ORO DEL PENSIERO GIUNTO A FARSI LAMA.

ARMA SOLARE DELL’IO.

SOLVENTE TEMPESTA DELL’UNICO REDIMERE.
_____________________________________



5/18050
IL FUOCO E IL DIVAMPARE


L’ESSENZA ESTREMA SI FA VALORE.
UNICO METRO DEL BENE.

ESSENZA ESTREMA : ULTIMA LUCE.

LA SINTESI E’ IL RICORDO MANTENUTO
IN CUI L’ULTIMA TRACCIA DEL CONCETTO :
SPLENDE DI RAREFATTA VITA SCULTOREA
CHE L’ACUME STRENUAMENTE INSEGUE MANIFESTANDO VERITA’.

IMPRIMENDO L’ORO DELLE VETTE
IN CUI LA PURITA’ PER ATTIMI E’ SOLENNE.

FERREA NITIDISSIMA EVIDENZA
AL CUI INTERNO IL SEME DELLA FOLGORE
- OSSIA ATTIMO DI LIBERAZIONE E INNALZAMENTO -
PUO’ ESSERE CONCESSO.

IL FUOCO E IL DIVAMPARE.

AMPIO RESPIRO DELLE ESSENZE
NEL QUALE PUO’ ESSERE ACCOLTA ED IRRAGGIATA LA VERITA’ VIVENTE.

IL LAMPO SOLVENTE CHE RISANA.

INAVVERTITO POTERE DEL REDIMERE.

RAREFATTISSIMA SPLENDE LA POTENZA
CHE IMPRIME IL VERO VOLTO DEL SOLARE.

ALTA L’AURORA E GLORIA DELLO STREMATO INSISTERE VOLENTE.

ARCANGELICA VIA INTERNA AL LAMPO DEL PENSARE.

ALTARE DELL’IMPOSSIBILE CHE GIUGE A FARSI RITO NELL’ORO E NEL METALLO.
_________________________________________


HELIOS FK AZIONE SOLARE












giovedì 20 dicembre 2018

ETERNA AURORA






ETERNA  AURORA


INFINE S’ANNUNCIA LA LUCE NEL CIELO DA CUI TENEBRA FUGGE
E PIU' ALTO IL FUOCO S’ACCENDE AMPLIANDO IL CALORE
MENTRE IL GELO SI ESTINGUE POICHE’ LA SPERANZA DIVENTA REALE MIRACOLO ECCELSO.

RINASCERE AL SOLE IN ETERNO E’ IL RITO CHE COMPIE CHI SEPPE MORIRE.
CHI EBBE LA FORZA DI RICONOSCERE AMORE QUANDO TUTTO IL PLAUSIBILE IMPONEVA IL DESERTO DEFORME DEL NOTTURNO INCUPIRE.

E’ NATO E RISORGE IN ETERNO IL SOLARE.

CALORE : E DIVINA BELTA’ SCOLPISCE ARMONIA NEL CUORE DEI FEDELI IN ACUME.

E’ SORTO E RINASCE IN ETERNO IL CALORE DELL’IO CHE SEPPE INNALZARE L’UMANO NELL’AURA DEL LOGOS.

ETERICA FIAMMA PENSIERO CHE VIVE NEL RINATO FRAMMENTO DI LUCE CHE UNISCE I CONCETTI E LI PONE DINANZI AL VALORE ASSOLUTO IN CUI PALPITA L’IMPOSSIBILE AMORE.

AVE SUPREMA SCINTILLA DEL SOLO VALORE CHE INCORONA L’ALTARE DEL DIVINO FANCIULLO IN CUI L’UMANO RISORGE AL SOLARE DI CUI MANTENNE IL RICORDO E L’ANELITO ESTREMO.

E PER ATTIMI ETERNI NELLA LUCE VI E’ SOLO POTENZA SCULTOREA DEI CIELI.

NITIDISSIMA ALATA VIRTU’ CHE PALPITA E INFIAMMA.

SOVRUMANO CHIARORE SI APPRESTA E RISANA.

ELEVANDO.

ETERNA E’ L’AURORA CHE INFINE PERMETTE IL VIVENTE RISTORO.



HELIOS FK AZIONE SOLARE










domenica 30 settembre 2018

AUREO SIGNORE DELLE FOLGORI (29 SETT.2018)






AUREO SIGNORE DELLE FOLGORI (29 SETT.2018)


1/18041
NUOVO AMORE

AFFILATA INTELLIGENZA NEGLI ISTRUITI DALL’ELETTROMAGNETISMO.

DILIGENTE E PRECISO ACUME EDUCATO FRA I MISTERI DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE.

DEDITI ALL’ELETTRONICA SOPPORTANO TUTTO TRANNE LE ARMONIE.

SALINA RABBIA SPREZZANTE LI DIVORA SE LUCE SOVRAMENTALE URTA LA LORO SOGLIA.

I DISCEPOLI DI ARIMANE NON SANNO COSA AMARE.

NON SANNO DOVE AMARE.

LA LORO DEVOZIONE E’ SOLO UMILTA’ OBBLIGATA DINANZI AI MOSTRI DELLA MEMORIA OSCURA.

VIVACI NELLA PIETRA SONO ATTERRITI DAL VIVENTE IN CUI DOMINA IL SOLE.

EPPURE DALL’INCONCEPIBILE PUO’ SORGERE IL SOVRUMANO SGUARDO CHE LI FOLGORA.

ACCESO OVE REGNA L’AMORE CHE SOLLEVA.

OVE LO SCULTOREO LAMPO CONTEMPLA IL POTERE DELLA FORMA
IN CUI L’ESSENZA DEL CONCETTO E’ VOLITIVAMENTE RICORDATA.

NEGLI APICI IN CUI
-PER ATTIMI SENZA TEMPO-
IL SOVRAMENTALE VIVE E RESPIRA.

CONSACRANDO.

ARGINE ALLA FOLLIA MECCANICA E SUA POSSIBILE REDENZIONE.

MENTRE SCOMPARE LA SALINA RABBIA DEL TENACEMENTE INSERITO NEL SUBUMANO ACUTAMENTE CALCOLARE IL GELO.

TUTTO SPAZZATO VIA DINANZI ALL’IMPREVEDIBILE TEMPESTA
IN CUI L’ETERNITA’ –PER ATTIMI- IRRAGGIA LA FERREA IMPRONTA CELESTE
CHE RIEDIFICA  L’UMANO.

ARCANGELICA IRRUZIONE DEL RISORGERE CREANDO.

OVE L’IMPERCEPIBILE ALTO RESPIRO DEL PENSARE MUOVE GLI UNIVERSI
ED ATTRAVERSO LA LIBERTA’ DELL’UOMO : LI RIEMPIE DI NUOVO AMORE.
________________________________________



2/18042
DAL CENTRO DELL’IDEA


ALTA IMMATERIALITA’ ERIGE IL SUO SCOLPIRE.

E NEL PROFONDO DELLE CARNI ENERGIZZATE :
SI IMPRIME LA LA POTENZA FORMANTE CHE NON HA APPETITI.

NEL VILUPPO DI FORZE IN CUI LA FRENESIA SANGUIGNA FINGE DI POTER PENSARE :
ED ESPRIME INFINE OPINIONI CHE PROVENGONO DAL BUIO :
E GIURA SU EVIDENZE CHE ESISTONO SOLO PER POTER NEGARE :

SI AFFERMA E SI IMPRIME  UN VALORE CHE LE TAGLIA.

ATTIMI IN CUI VI E’ IL DISVELARSI DELL’IMPURO.

APICI IN CUI L’ILLOGICITA’ CHE MENTE VIENE ISOLATA
ED APPARE QUALE E’  : ENERGIA CHE BRAMA NEL MENTIRE.

- MENTRE RIFULGE LA STELLA INCORONATA –

AUREO FERRO TENUISSIMO CHE IRRAGGIA DAL CENTRO DELL’IDEA.

APICI IN CUI IL CONCETTO CONTEMPLATO ASSURGE A VIVENTE METRO DELLA SOLA VERITA’.

ESSENZA REDIMENTE DEL REALE
CHE SOLO L’UMANA LIBERTA’ PUO’ GIUNGERE A FAR MANIFESTARE.

LUNGO GLI UMANAMENTE IMPERCEPIBILI SENTIERI DELL’ASCESI
IN CUI DALLA VOLONTA’ IMMESSA NEL PENSARE
L’ARCANGELICO VALORE PUO’ IRROMPERE SANANDO.

UNICA ARMA CAPACE DI SBIOLOGGIZZARE IL DENSO DISSOLVENDO IL MALE.

UNICA ARMA IN CUI L’ETERNA MERAVIGLIA E’ L’IMPOSSIBILE REDIMERE.

ARGINE E INALZAMENTO NEL CUORE DELLA FOLGORE.

ATTO DEL PENSARE NEL RITO DELL’IDEA IN CUI IL GIUSTO ANELITO ENUCLEA L’ESSENZA DELLA FIAMMA.
_____________________________________________




3/18043
RESPIRO SOVRUMANO


I LUOGHI ESISTENZIALI IN CUI LA VOLONTA’ GALOPPA TRISTE E SPIETATA.

NELLA FALSA EVIDENZA DI UN EFFICIENTISMO SENZA GARBO.

L’AFFANNO DI CHI SENZA SPERANZE MUOVE NEL CAOS
E VIGOROSAMENTE AL CELESTE RESPIRO SI SOTTRAE.

MORENDO AL COMPITO DELL’IO.

TURBINIO DI VOLONTA’ CHE INFINE GIUNGONO AL MALIGNO.

ACUTI NELLA DENSITA’ DELLA MATERIA NON SANNO PERCEPIRE ESSENZE
E QUINDI NON SANNO RAGIONARE.

PERDONO LE CONNESSIONI LOGICHE QUANDO SI TRATTA DI VERITA’ E GIUSTIZIA.

NON POSSONO MUTARE : POSSONO SOLTANTO PEGGIORARE.

SOLO DALL’ATTO LIBERO DI ALTRI
SUBIRANNO IL RESPIRO SOVRUMANO CHE POTRA’ PLACARLI.

SOLO L’ATTO ETERICO DELL’INTELLIGENZA IN CUI SI MANIFESTA L’AUREITA’ DEL LOGOS : POTRA’ RESTITUIRE IL RESPIRO SOVRUMANO A QUELLE VOLONTA’ SCHIACCIATE NELPESO INCAROGNITO DEL PLAUSIBILE.

SOLO NEGLI APICI IN CUI IL CONCETTO CONTEMPLATO GIUNGE A FARSI VITA DELLA FOLGORE :  PUO’ SORGERE DALL’IMPOSSIBILE IL RIEQUILIBRIO DELLE FORZE.

FISIONOMIE CELESTI DISSOLVERANNO I TRATTI DEL BESTIALE.

CUORE DI METEORA CHE INTERNO AL CONCESSO LAMPO DELL’IDEA
PUO’ PORRE AL COSPETTO DEGLI DEI QUANTO DI ABERRANTE SI ANNODAVA NEL CAOS DELL’UMANO DECADUTO.

PERMETTENDO IL CONSACRARE.

ATTO LIBERO DI CHI FEDELTA’ MANTENNE  NEL PERENNE RIASCENDERE ALL’ESSENZA TRAMITE L’INSIEME DEI CONCETTI CONTEMPLATI RICORDANDO.

UNICO ELEMENTO CHE PERMETTE IL DIVINO FOLGORARE.
_____________________________________________________




4/18044
NUOVO ORO


CERTI SOLO DELLA CONFORMITA’ AI CODICI
ALBERGANO ANIME BALBETTANTI E PRIMITIVE.

ANIME GIURIDICHE IN CUI NON ALITA ALCUNA VITA INTERIORE.

INTENSO ACUME FRA GELIDE NORME E VITA ISTINTIVA RICOLMA DI MOSTRI.

VIVONO SEPARATI DAL RESTO DEGLI UMANI
ADORANDO ENTITA’ DI GELO E DI MISERIA.

FRA PIETRE INTELLETTIVE DI CUI NON COLGONO L’ORRORE.

ACIDE CARNI RECITANTI PENSARE
IL CUI UNICO IMPEGNO E’ RINNOVARE LA MORTE INTERIORE ED INFLIGGERLA.

SUBISCONO VERTIGINE E DOLORE QUANDO UN VALORE AUREO VIVE LE LORO ESSENZE E DALLE ARMONIE GIUDICA QUEI MOSTRI.
INTACCANDO LA SOLIDITA’ INFERNALE  DI QUEL RAZIOCINIO SORDO ED IMPLACABILE.

ALTRE EVIDENZE –LE VERE- PERCORRONO QUEI LUOGHI DEL MORIRE.

ED UNA ESSENZA SACRA SI IRRAGGIA DALLE FORZE DEL CONNETTERE
IN CUI IL SILENZIO ACCOGLIE LA VOLONTA’ PROTESA NEL MANTENERE UNITO IL SENSO DEL RICORDO CHE E’ LA FORMA DI UNA INTELLIGENZA SPESA FRA I CONCETTI.

POICHE’ INTERNO ALL’UNIRE LOGICO SI MANIFESTA IL SOLO VALORE.

LAMA DELL’ARCANGELO E SUO SCETTRO.

MENTRE AVVAMPA DI NUOVO ORO QUANTO DI SACRO AVVIENE NELL’ASCESI.
___________________________________________________




5/18045
BIANCO VISO


DEFORMITA’ E VECCHIAIA NEL TURBINE DELL’ANTIUNIRE.

FLUSSI DI ENERGIE NEL SANGUE INFETTO
GENERATO DA VOLONTA’ SPESA NEL FALSO AGIRE.

COLORO CHE PORTANO A COMPIMENTO UMANO IL FALSO CONCEPIRE.

ABOMINEVOLI OPINIONI DIVENUTE AZIONI PROLUNGATE
TRAPASSANO NELLA FUTURA DEFORMITA’.

NOTTE DELLA SECONDA MORTE ATTENDE AL VARCO I FUTILI DEL MAGICO INCRUDELIRE.

MA OVE LA BELTA’ FOLGORA DAL BIANCO VISO :
PUO’ ACCENDERSI LA FORZA DEL SOLO RISANARE.

FUOCO DELL’IDEA CHE –FORTE DEL GIUSTO ANELITO- GIUNTA A CONTEMPLARE IL SENSO DI QUANTO HA RICORDATO  (MANTENENDO E RINNOVANDO GLI APICI RAGGIUNTI) : SI PONE QUALE STRANIERA FORZA NEL CAMPO DEL DEFORME E LO CONSUMA.

RITO DEL TEMPO ULTIMO
IN CUI LA LIBERTA’ DELL’UOMO
PUO’ GIUNGERE NEI CIELI A RIPLASMARE IL FATO.

PUO’ GIUNGERE A INDEBOLIRE LE TRAME DEL CATASTROFICO
SINO AD ARGINARE EVENTI GIA’ DECISI CHE POTRANNO ANCHE NON ACCADERE.

NEL LAMPO DELL’ARCANGELO IN CUI IL PENSARE OTTIENE ATTIMI DI VOLONTA’ CREANTE.

VETTE DALLE QUALI GLI ATTIMI DI BELTA’ ERIGENTE POSSONO GIUNGERE LONTANO.

RISANANDO.
________________________________________________________



HELIOS FK AZIONE SOLARE










sabato 15 settembre 2018

ORA RIAPPARE L’ALBA






ORA RIAPPARE L’ALBA



FRA LE IMPELLENTI RICHIESTE DELLA MORTA LUNA
PREVALE L’IMPETO ENERGETICO DEL PARALIZZARE.

LASTRE DI OSSEA VOLITIVA POTENZA CHE BRAMA IL MINERALIZZARE.
FLUSSI DI TRAVOLGENTE VOLONTA’ CHE ATTIRA NEL COMPRIMERSI DEL NULLA.

BIANCASTRO ENERGIZZARE IN CUI OGNI VITA MORALE E’ SPENTA.
NEL SILENZIO IN CUI FRAGOROSO GIGANTEGGIA L’ADDENSARE.

DINANZI A CIO’ L’IDEA E’ IMPOSSIBILE VALORE  DA CUI SI TRAGGONO ARMONIE.
INCONCEPIBILE VITA DI LUCE E DI CALORE  CONSUMA QUELLE LASTRE CUI E’ IGNOTO OGNI PENSARE.

OCCULTA VITA DELL’IO NEL CONSACRARE : RISPLENDE QUALE SOLE DELL’UNICO VALORE.
AUREA FONDAMENTALE ESSENZA PERMEA LA PARALISI E NE SVELA L’OTTUSITA’ NASCOSTA FRA I GORGHI DI ENERGIE.

LA POTENZA UNITIVA DELLA VIVENTE NORMA OTTIENE APICI IN CUI LA FISIONOMIA SOLARE SORGE DALLO SPLENDORE DELL’IDEA MANTENUTA NEL RICORDO.
LAMPI DI ETERNO AMORE -PER ATTIMI- PERCUOTONO IL GELO DEGLI INFERNI
E LO CONSEGNANO AL REDIMERE.

APPARE LA NASCOSTA TRAMA DEGLI EVENTI
E UN INSISTITO LAMPO NE PERCORRE I SENTIERI MUTANDONE LA SORTE.

AGGIUNGENDO L’IMPOSSIBILE SANARE ALL’INFORME ADDENSARSI DELLA TRACOTANTE PIATTEZZA NEL GELO DELLA MALATTIA.

ORA RIAPPARE L’ALBA.

RISORGE LA' OVE ERA DIMENTICATA FINANCHE NEL PROFONDO DEI RICORDI.

AUREA RISORGE NEL TUMULTUARE DELL’AURORA CHE AGISCE TRAMITE IL FOLGORARE.

ED E’ LUCE NEL DESTINO RICONSACRATO AL LOGOS.

 NEL VIVENTE.

OVE L’ETERICO AVVAMPA DI POTENZA MIKELIANA RINNOVATA.

SOTTILISSIMO FUOCO DELL’ALTARE IN CUI NEL FERRO SPLENDE  IL REIMPRESSO VOLTO DEL SOLARE.

AVE SIGNORE DELLE FOLGORI CHE NEL PENSARE CONTEMPLATO DAGLI UMANI  : APRI LA VIA ALL’IMPREVEDIBILE REDIMERE.

NELLA LIBERTA’ DI CIO’ CHE NULLA POTEVA PREFISSARE.
______________________________


HELIOS FK AZIONE SOLARE












lunedì 4 giugno 2018

SPAZI DI LUCE : ATTI DELLA FOLGORE





SPAZI DI LUCE : ATTI DELLA FOLGORE




L’INGRESSO DELLA LUCE ATTUA MOMENTI DI VERITA’
LAMPI DI INCONSAPEVOLE ISPIRAZIONE
CONCETTI DI POTENZA ESPRESSI CON FACILITA’
ENTRO RISRETTISSIMI SPAZI DI TEMPO IN CUI IL SINGOLO INDIVIDUO E’ SORRETTO DAGLI DEI.

E’ IL CONTRARIO DELL’INDEMONIAMENTO.

SPAZI DI LUCE  :  ATTI DELLA FOLGORE.

COME IMMATERIALI ONDE DI RINVIGORIMENTO DEL PENSARE
IN CUI LA LUCIDITA’ ATTINGE OLTRE LE INTENZIONI UMANE.

ATTINGE OVE L’IMPRONTA DEL LOGOS E’ OPERATIVA.
E PUO’ INCIDERE CARATTERI DI SOVRUMANA LIBERTA’ NELL’UMANO.

AVVENGONO IMPOSSIBILI SCULTURE INTESSUTE DI ORO NELL’ARGENTO.
MENTRE L’ACCIAIO CELESTE TRACCIA I SUOI SENTIERI.

NELLE MENTI E NEI CUORI DI COLORO CHE NON RIESCONO A CONCEPIRE UMANAMENTE CIO’ CHE PURE SOVRUMANAMENTE COMPIONO.

MUTANO IMPERCETTIBILMENTE E MINIMAMENTE I SENTIERI DEL DESTINO.

MA E’ VERSO L’ALTO  CHE VOLGONO IMPREVEDIBILMENTE LE METE E GLI INDIRIZZI ESISTENZIALI.

E’ LUCE ED E’ FULGORE.

TUTTO IN OGNI TRATTO DEL CAMMINO PUO’ SPEGNERSI E PRECIPITARE
IN BASE A EVENTUALI INTERIORI TRADIMENTI.
MA PER ORA VI SONO SOLTANTO IMPREVEDIBILI ED IMPOSSIBILI AVVISAGLIE DI UN‘ AURORA IN CUI IL VOLTO LOGOS PUO' GIUNGERE AD ESSERE CONCEPITO E VENERATO.
E POI INFINE –IN VARIO GRADO- ERETTO.

VIVENTEMENTE ERETTO PER L’ETERNITA’.

OVE SI SPEGNE L’ALITO DEL DRAGO.

ED OVE LA NOTTE MUORE POICHE’ LA LUCE DELL’AURORA
NELLE VIVENTI FORME DEL BENE LA TRASMUTA.

TUTTO PUO’ ACCADERE SE NEL SOVRAMENTALE L’ANGELO RESPIRA.

APICI DEL RITO DELL’IDEA IN CUI L’ESSENZA DEL REALE
PUO’ ESSERE IMPRESSA DALL’IMPOSSIBILE CREARE IN CUI NEL SOLE L’ORO SI CREA
E TRACCIA LE VIE DEL FATO RINNOVATO E POI REDENTO.

NELL’ATTIMO IN CUI
PROTESO NEL CONTEMPLARE UN CONCETTO APPENA FORMULATO :
IL PENSARE E’ COSTRETTO AD ATTIGERE NEL POTERE UNITIVO DELL’INTELLIGENZA.
IN QUELL’ATTIMO SORRETTO DALLA VOLONTA’ :
L’IO E’COSCIENTE EPPURE RESPIRA FRA LE FORZE FORMANTI IN CUI NASCONO I PENSIERI UMANI.

IN QUELL’ATTIMO L’IO E’ COSCIENTE EPPURE SFIORA L’ESSENZA SOVRUMANA DELL’INTELLIGENZA POICHE’ E’ FEDELE ALL’ESSENZA LOGICA DELLA VERITA’.

IN QUELL’ATTIMO L’AUREITA’ DEL LOGOS  -IN VARIO GRADO- LAMPEGGIA, SI IMPRIME, IRRAGGIA NEL MONDO, SCOLPISCE GLI EVENTI DEL REDIMERE.


L’IMPOSSIBILE SI VESTE DEGLI ATTI ASCETICI  INDIVIDUALMENTE ACCESI.

E QUANDO LE VESTI (OSSIA LE FORZE FORMANTI) SONO MINIMAMENTE SUFFICIENTI : POSSONO ISPIRARE ED INNALZARE GLI ATTI DELL’UMANO.

REDIMENDO.

TRACCIA DI TUTTO CIO’ E’ L’EVIDENTE IRROMPERE DI IPOTESI E TEORIE CHE FRANTUMANO LE NEBULOSE IDIOZIE FURENTI DELLA BESTIA CHE PARLAVA ATTRAVERSO I DEVOTI DEL MARCIUME.

ALL’IMPROVVISO IL “68” E’ CONTRADDETTO CON AUTORITA’ E VIGORE.

VIGORE NEI PENSIERI FINALMENTE E’ RIVOLTO A FAVORE DELLA LUCE.

E TALE VIGORE NON E’ DI QUESTO MONDO.

LA SUA FONTE E’ FAMILIARE A CHI OLTRE A PRATICARE L’ASCESI SFIORA LA NUOVA DEVOZIONE  CHE NE COSTITUISCE L’INTIMA STRUTTURA OCCULTA.

LUCE SCULTOREA CHE NELLA NUOVA DEVOZIONE IMMETTE LA VOLONTA’ COSCIENTE DELLA PERENNE AURORA.

OPERATIVA LUCE DEL LOGOS.

E SUO ALTARE.

E SUA ARMA.

FRA LE LIBERE SCELTE DEL PENSARE.


HELIOS FK AZIONE SOLARE











mercoledì 18 aprile 2018

FOLGORE CHE REDIME I PREORDINATI EVENTI






FOLGORE CHE REDIME I PREORDINATI EVENTI


LA LUCE NEL DESERTO INDICA LA VIA.
INDICA LA GLORIA DELLE ESSENZE NEL CENTRO DELL’UNICO VALORE :
SOLE CHE INTELLIGE OVE L’IMPOSSIBILE SCOLPISCE LA REALTA’.

E NEL RETROSCENA DEL REALE
OVE LE POTENZE DEL MAGNETE IMMETTONO LE LORO NEFANDEZZE :
OVE LE PIATTE FORZE AVVAMPANO NELL’INUMANO INCRUDELIRE :
OVE L’OSSEA QUALITA’ COMPRIME E RAFFORZA OGNI VELENO :
SI IMPRIME LA VIRTU’DELL’ANGELO CHE ARRESTA E SQUARCIA QUEL DIVENIRE INFERO.

AUREA LA VIRTU’ CONSUMA CIO’ CHE SI OPPONE AI CIELI DELL’IMPREVEDIBILE OPERARE UMANO. 
NEI VERTICI DELLA POTENZA FORMANTE IN CUI L’IDEA RICREA CIO’ CHE RICORDA.
E LO CONTEMPLA.


MENTRE CONTINUAMENTE UN TESSUTO SUBUMANO DI POTENZE VOLITIVE
TRASCENDE I CONCETTI CHE LO HANNO SCATENATO
E INONDA LA REALTA’.
INFETTANDO FRA GLI UMANI :

MENTRE CONTINUAMENTE UN INTRECCIO DI VIVENTI QUALITA’ SENZA PENSIERO
MA COLME DI IRRAGIONEVOLI INDIRIZZI ESISTENZIALI VOLITIVI
SI TRAE DA CHI VIVE SENSAZIONI ESTREME NELLA MEDIANITA’ DEI CORPI  COMPLETAMENTE FISICIZZATI :

MENTRE CONTINUAMENTE UNA DIREZIONE VERSO SCOPI ACUTAMENTE ANTI UMANI
VIENE COLTIVATA NEGLI ABISSI IN CUI CORPI UMANI SENZA LUCE DELL’IO
FINISCONO PER AGITARSI CIECHI E FURIBONDI :

MENTRE TUTTO CIO’ ACCADE :
NULLA NELL’UMANO HA POTENZA DI EFFICACIA RISANANTE
CHE POSSA RIEQUILIBRARE TALE PRECIPITARE NEL MALVAGIO.

MENTRE TUTTO CIO’ ACCADE :
L’UOMO HA SOLO IL SOVRUMANO QUALE ARMA NUTRIMENTO E ALTARE.
HA SOLO L’OGGETTIVITA’ CONCRETA DEL SOVRAMENTALE IN CUI PUO’ OPERARE LA FOLGORE DEL DIO.
LA FOLGORE CHE SCONVOLGE IL RETROSCENA CAUSALE DEGLI EVENTI.

ATTO DELL’ASCESI IN CUI IL PENSARE GIUNGE A CONTEPLARE LA FORZA CHE UNIFICA I RICORDI.

AZIONE LA CUI POTENZA E’ PURA ESSENZA MORALE CHE URTA OGNI MENZOGNA LA’ OVE IL MENTIRE NON E’ ANCORA PAROLA MA AVVAMPA NELLA DISTORSIONE DI OGNI FUTURA EVIDENZA.

LINEARITA’ SCULTOREA DEL PENSARE CHE INSEGUE L’ESSENZA LOGICA DEL PROPRIO CONCEPIRE RICORDATO.

POTENZA DELLA FORZA FORMANTE IN CUI LA LOGICA CHE SORREGGE IL MONDO E’ LA STESSA DEL POTERE CHE PERMETTE DI PENSARE.

TALE FORZA HA UN CUORE E UNA BONTA’ CHE NEI CIELI SPLENDE COME L’ANIMA ETERNA DEL SENTIRE.

NEL PIU’ INTENSO DISPIEGARSI DEL PENSARE CHE INSEGUE LA FEDELTA’ AL PROPRIO CONCEPIRE : IL VOLTO SOVRUMANO DELLE GERARCHIE OPERA DAL CELESTE.
REDIMENDO.

DINANZI AL FOLGORARE DI UN PENSARE CHE RIMANE FEDELE ALL’ESSENZA LOGICA DI QUANTO STA RICREANDO NEL RICORDO : LUCE IMPERCEPIBILE SI ACCENDE.
SOVRUMANA E INALTERABILE E ALTRIMENTI INCONCEPIBILE : SI ACCENDE.

LUCE OPERATIVA DEL RIEDIFICARE I CIELI SULLA TERRA.

NELL’ATTO LIBERO DELL’UOMO CHE DECIDE DI SPERIMENTARE QUANTO DI VIVENTE ARDE NEL PENSARE PRIMA CHE DIVENGA PAROLA CEREBRALE.

NEL SILENZIO IN CUI LA SINCERITA’ E’ ATTITUDINE OBBLIGATA DALLA LINEARITA’ LOGICA DEL CONTEMPLARE.

ASCESI DEL PENSARE CHE PERENNEMENTE
-SEPPURE IN VARIO GRADO-
HA IL POTERE DEL REDIMERE.




HELIOS FK AZIONE SOLARE